LE NUOVE DOSATRICI QDOS DI WATSON-MARLOW

29/09/2017

In seguito al successo delle rivoluzionarie dosatrici peristaltiche Qdos 30 e 60 Watson-Marlow Pumps Group introduce il nuovo modello della serie: Qdos 120, grazie alla quale ora l’azienda copre portate da 0,1 ml/min a 120 l/h con una contropressione massima di 7 bar. Inoltre, l'installazione semplice e la manutenzione rapida senza utensili offerte dalla tecnologia della testa cartuccia ReNu garantiscono un costo di mantenimento significativamente inferiore a quello di una pompa a membrana.
Le dosatrici Qdos, nate in risposta alle esigenze del mercato delle concerie, che richiede sistemi efficienti dai costi operativi sempre più bassi. Queste pompe, infatti, eliminano la necessità di accessori ausiliari, migliorano la produttività e riducono gli sprechi grazie a un dosaggio più accurato, lineare e ripetibile rispetto a quanto offerto dalle pompe dosatrici a membrana. Inoltre, sono anche in grado di abbattere i costi dei prodotti chimici garantendo allo stesso tempo un dosaggio agevole, anche nel trasferimento di fluidi particolarmente viscosi o con solidi in sospensione. Questa peculiarità si abbina alla tecnologia peristaltica per garantire una portata precisa e ripetibile.
Le applicazioni ottimali per le pompe Qdos, sono il dosaggio di tanti prodotti normalmente ostici per le pompe a diaframma. Particolarmente adatte, ad esempio, alle operazioni di dosaggio di prodotti chimici tipicamente impiegati negli impianti di trattamento acque delle industrie conciarie.
Le caratteristiche di controllo avanzate comprendono il monitoraggio del livello, il recupero del fluido con l'inversione del senso di rotazione della pompa, l'adescamento in linea fino a 10 m di colonna d'acqua e la taratura intuitiva e precisa della portata.
Al fine di soddisfare standard di qualità sempre più severi, la maggiore accuratezza della pompa Qdos permette di utilizzare sostanze chimiche a concentrazione più elevata, risparmiando così sui costi di trasporto e riducendo le emissioni di CO2.
E che dire della sua installazione? Non potrebbe essere più semplice, poiché le pompe Qdos non necessitano di un polmone per ridurre le pulsazioni, di filtri, di valvole di sfiato o di contropressione o di fondo. Inoltre, la pompa soddisfa la richiesta di prodotti esenti da manutenzione o a manutenzione ridotta, determinata dalla riduzione dei budget a essa destinati, perché nel percorso del fluido nelle Qdos non sono presenti guarnizioni o valvole che possano bloccarsi, perdere o corrodersi, e non vi è il rischio che si verifichino blocchi da gas.
Oltretutto, le ridotte necessità di manutenzione della pompa abbassano drasticamente anche l'impatto del tempo di inattività. Il design della testa ReNu, brevettata da Watson-Marlow, è dotato di rilevamento perdite integrato, riduce gli sprechi ed elimina l'esposizione dell'operatore alle sostanze chimiche. La rapida sostituzione della testa senza l'utilizzo di utensili minimizza i tempi morti e non richiede formazione specifica.
Tornando alla sua installazione, la pompa è ideale per ambienti ristretti oppure per montaggio su skid, e può essere configurata con testa assemblata a sinistra o a destra. Il funzionamento intuitivo è possibile grazie a un'interfaccia controllata da menu con display a colori TFT da 3,5" con indicazione stato ad alta visibilità. La tastiera e il display sono posizionati in modo da facilitare l'accesso e le connessioni input e output.
I tecnici, inoltre, trarranno beneficio dalla possibilità di implementare design di sistema semplificati.
L’elevato adescamento in aspirazione e la capacità di trasferire efficacemente fluidi viscosi elimina la necessità di un'aspirazione immersa, di serbatoi giornalieri e tubi speciali.
Molto adatta ed utilizzata nell’industria conciaria anche la linea Brede-Apex, distribuita da Watson-Marlow. Le pompe peristaltiche Bredel Hose Pumps e Apex rappresentano la soluzione ideale per il pompaggio in maniera delicata e senza pulsazioni. Sono particolarmente indicate per lavori gravosi di fluidi di qualsiasi viscosità, contenenti anche parti semisolide, con un campo di applicazione che va dal litro fino ad elevate portate di oltre 10 mc/h e sino 16 Bar di pressione. Consentono inoltre la pulizia in linea, vantano un design compatto e di minimo ingombro e una manutenzione semplice.

 

Aziende in Evidenza